Istruzioni per la semina della canapa

Pubblicato il

Nel nostro webshop non vendiamo solo prodotti CBD raccolti e lavorati, ma offriamo anche talee o giovani piante già un po’ più grandi. Con questi è possibile coltivare i propri fiori di CBD. In questo post vi spieghiamo il modo migliore per farlo.

Dalla talea alla giovane pianta

Quando le talee sono arrivate, devono essere trapiantate in un vaso più grande. Vale la pena di utilizzare un buon terriccio organico acquistato in un negozio specializzato. Le talee in vaso crescono meglio con molta luce e a una temperatura di 15-21 gradi. L’umidità elevata è gradita alle piante di canapa.
Dopo circa 2-4 settimane le piante dovrebbero essere abbastanza grandi e ben radicate da poter essere messe a dimora.

Canapa vegetale

Le giovani piante ben radicate (acquistate o coltivate in casa) possono essere piantate all’esterno come piante da esterno. Il posto migliore è in un’aiuola o in un altro punto del giardino. Anche un vaso grande è un’opzione, ma la pianta sarà limitata nella sua crescita.
Le piante devono essere messe a dimora all’esterno non prima del 20 maggio. I coltivatori esperti possono anche avventurarsi prima, ma le piante di canapa non devono essere esposte al gelo, se possibile.

Un’altra nota importante: le lumache amano le giovani piante di canapa! Un luogo privo di lumache è quindi un grande vantaggio.

Fabbisogno di luce

Le condizioni di luce influenzano fortemente la pianta, per cui è necessario prestare attenzione a questo aspetto.
Per crescere, le piante hanno bisogno di almeno 18 ore di luce buona (piuttosto blu) al giorno. La formazione dei fiori avviene con 12 ore di buio e 12 ore di luce durante il giorno, per cui la fase di buio è decisiva. Nella coltivazione all’aperto, la fase di fioritura si avvia da sola a causa delle giornate più corte.

Domanda di acqua

Le piante di canapa hanno generalmente un elevato fabbisogno idrico. La quantità esatta dipende da molti fattori, come le dimensioni della pianta, la temperatura, l’umidità, la posizione (e le dimensioni del vaso). La pianta sopporta meglio l’eccesso d’acqua che la sua carenza.
L’indicatore più semplice è il colore e la consistenza del terreno. Dovrebbe essere sempre un po’ scura e in nessun caso diventare dura e fragile.
Se le foglie pendono flosce, ha bisogno di più acqua.

Le piante in vaso hanno bisogno di liquidi più spesso. I gocciolatoi devono essere svuotati dopo l’irrigazione o omessi del tutto. L’acqua stagnante non è mai buona perché le radici ricevono troppo poco ossigeno.

Requisiti nutrizionali

In un buon terreno, la canapa cresce senza bisogno di fertilizzanti aggiuntivi. Con i fertilizzanti, tuttavia, è possibile accelerare la crescita e aumentare la resa. Il nostro consiglio: il concime di Biobizz, disponibile nel nostro negozio.

Le foglie mostrano l’apporto di sostanze nutritive della pianta:
Foglie molto scure, quasi viola, che si arricciano verso il basso e presentano macchie marroni, indicano un’eccessiva concimazione. La pianta ha troppe sostanze nutritive.
Una pianta ben nutrita avrà foglie di un verde scuro e ricco che si adattano alla luce.
Le foglie verde chiaro, piuttosto pendenti verso il basso, mostrano che è possibile aggiungere del fertilizzante. Quando i bordi delle foglie diventano molto pallidi, compaiono venature scure e le foglie si arricciano verso l’alto, la pianta ha bisogno di un fertilizzante.

Condizioni climatiche

Durante la fase di crescita, la pianta prospera al meglio con un’umidità elevata e temperature comprese tra 15 e 21 gradi.
Verso la fine della fase di fioritura bisogna fare attenzione che i fiori non ammuffiscano, troppa umidità non va bene. Le piante in vaso possono essere protette dalla pioggia. Nell’orto, non c’è altra scelta che controllare regolarmente le piante e raccoglierle immediatamente alla prima infestazione.
In generale, le foglie malate (funghi come muffe o muffe o infestazioni di parassiti) devono essere rimosse rapidamente per prevenire o almeno rallentare la diffusione.

Raccolta

I fiori vengono raccolti quando circa tre quarti dei peli del fiore sono marroni e il resto è ancora bianco.
Per la raccolta, tagliare la pianta, staccare le foglie grandi e appendere la pianta intera rimanente in un luogo asciutto e ben ventilato.
I fiori troppo secchi si trasformano rapidamente in polvere, mentre quelli umidi sono ad alto rischio di muffa.

Raccolta